fbpx

AD OGNI PELLE LA SUA SKINCARE

Conoscere la propria pelle

La pelle è un elemento che ci contraddistingue e differenzia dagli altri, il nostro bigliettino da visita. Individuare il proprio tipo di pelle è fondamentale non solo per conoscersi ma anche per capire meglio come trattarla, scegliendo prodotti e soluzioni per renderla sana e luminosa.

La conoscenza del proprio tipo di pelle è determinante anche per valutare le variazioni negli anni, così da intervenire in maniera opportuna in caso di alterazioni o complicanze. Inoltre, è importante per la buona riuscita di un trattamento di dermopigmentazione.

Il primo passo è effettuare un check-up della pelle, andando ad analizzare le diverse caratteristiche: consistenza della pelle, idratazione, quantità di sebo, ph e temperatura.

I fattori che determinano il tipo di pelle sono l’acqua che incide sulla compattezza, i lipidi sul grado di idratazione e morbidezza mentre il livello di sensibilità indica la resistenza dagli agenti esterni.

TIPI DI PELLE

Distinguiamo quattro principali tipi di pelle: normale, grassa, secca, mista.

La pelle normale è il tipo di pelle ideale ed equilibrata. Si presenta con una texture vellutata, compatta, luminosa, un colorito roseo e fresco. Vi è un giusto equilibrio di sostanze grasse e acqua quindi sebo e idratazione sono ben bilanciati. Per mantenere la pelle in questo stato equilibrato nel tempo sono necessarie cure e trattamenti costanti che punteranno a tenere invariate le qualità che caratterizzano la pelle normale e a prevenire alterazioni. I prodotti per la cura della pelle normale conterranno ingredienti idratanti ed emollienti per proteggerla da agenti esterni.

La pelle grassa alla vista si presenta lucida, untuosa con un colorito spento. La secrezione eccessiva delle ghiandole sebacee comporta l’ispessimento dello strato corneo (dell’epidermide), comparsa di punti neri e impurità. Al tatto la pelle grassa appare ruvida e oleosa, l’irregolarità della trama è data dalla presenza di pori dilatati spesso accompagnati da lesioni o cicatrici lasciate dall’acne. Infatti la pelle grassa è maggiormente suscettibile a forme acneiche e dermatiti seborroiche. All’ origine del problema troviamo principalmente l’iper funzionalità delle ghiandole sebacee, ma anche genetica, squilibri ormonali, cattive abitudini alimentari date da un’alimentazione ricca di grassi o scorretta skin care.

La pelle grassa necessita di essere accuratamente detersa con prodotti delicati in modo da non aggredirla ed irritarla ulteriormente, perché cosi facendo si otterrebbero risultati controproducenti. È bene scegliere prodotti con ingredienti funzionali per ridurre le impurità, normalizzare il ph della pelle e regolarizzare la produzione del sebo. Fondamentale detergere giornalmente la pelle con mousse detergente delicata con effetti lenitivi, inoltre si consiglia di inserire una volta a settimana un trattamento esfoliante con uno scrub per rimuovere le cellule morte in superficie e detergere in profondità per liberare i pori, il tutto abbinato ad un’alimentazione sana ed equilibrata.

La pelle secca è caratterizzata da una carenza di lipidi cutanei, poca elasticità e disidratazione. Questo tipo di pelle appare opaca, fragile e spesso comporta screpolature, può trattarsi di una situazione temporanea causata dalle temperature fredde dei mesi invernali o da fattori come la genetica o alimentazione carente di acqua e vitamine.  Questa condizione ricorre anche con l’invecchiamento cutaneo o con l’uso di prodotti aggressivi. Il trattamento prevede trattamenti quotidiani reidratati ricchi di vitamine per ricostituire elasticità e luminosità. Si consigliano creme base di oli e burri nutrienti per le pelli estremamente secche.

L’ultima tipologia è la pelle mista, caratterizza la maggior parte delle donne. Non è omogenea, si presenta con zone secche e poco elastiche mentre la zona T lucida e grassa. Non esiste un trattamento standard è bene usare cosmetici non troppo aggressivi in grado di idratare la pelle, senza appesantirla.

TIPI DI PELLE E DERMOPIGMENTAZIONE

La dermo pigmentazione non è permanente come un tatuaggio in quanto sfrutta i pigmenti organici riassorbibili. Le cause della loro cancellazione sono strettamente collegate alla facilità con cui la pelle trattiene i pigmenti. La durata, dunque, dipende da diversi fattori, principalmente dalla tipologia di pelle. Nelle pelli molto grasse i lipidi contenuti nel sebo causano un assorbimento più rapido dei pigmenti riducendo la durata, mentre le pelli molto secche hanno difficoltà nel trattenere i pigmenti con frequenti screpolature. In entrambi i casi però si può prolungare la bellezza del proprio trattamento grazie all’utilizzo di prodotti ad hoc come quelli della linea Ophidia di Orsini&Belfatto. Tra questi troverete mousse detergenti, creme e persino una protezione solare fondamentale anch’essa per mantenere intatto il colore e l’intensità della dermopigmentazione.

Share on

© Copyright CaterinaMoramarco 2020 | Designed by Wezem | all rights reserved

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.